• Menu
  • Menu

Diario di bordo del viaggio in Messico. (1° parte)

Sono all’aereroporto di Malpensa a Milano in attesa di prendere il volo per Madrid e poi per Città del Messico, dove sosteremo una notte prima di prendere il volo per Acapulco dove c’è ad attenderci September Song, la barca a vela di Antonio che dovremo trasferire a Puerto Vallarta al Nord del Messico nella regione di Jalisco. Incontro Antonio in aeroporto al controllo bagagli da spedire. Prendiamo un caffè e ci aggiorniamo sulle rispettive novità, io sui lavori fatti sulla mia barca e lui sui suoi programmi per portare September Song in California con lo scopo di venderla. In California lui pensa di concludere il suo percorso di armatore di barca a vela. Inizialmente pensava di arrivare in Nuova Zelanda ma concludere in California il suo viaggio lo soddisfa lo stesso perché può identificarsi meglio con il nonno, che da migrante dalla Sicilia era arrivato in America a San Francisco. Il nonno poi tornò in Italia ed alimentò il suo desiderio di navigare e di viaggiare con i suoi racconti, in particolare quello della traversata Atlantica fatta in nave, che rimase nel suo immaginario come un viaggio epico di avventura verso un nuovo mondo.

Mi assicura che farà volentieri tratti di navigazione con me quando deciderò di partire per il mio giro del mondo a vela con la mia barca Zaja.

Continuerà così la nostra collaborazione che ci ha visti nel 2001 attraversare l’Atlantico, e poi negli anni navigare in Florida, Sud Carolina, Santo Domingo, arcipelago delle Sam Blas, attraversare il Canale di Panama e risalire in Messico sino ad Acapulco nel dicembre del 2015.

Dopo aver preparata la barca navigheremo da Acapulco verso Puerto Vallarta; ci attendono molti lavori da fare in barca, molti imprevisti e guasti.

In viaggio scopro una poesia in Spagnolo di Martha Medeiros,

che recita:

Muore lentamente

Chi non viaggia

Chi non legge

Che non ascolta musica

Chi non sa ridere di sé stesso …

Io non morirò, almeno non per questi motivi.

Renzo Trenta

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *