• Menu
  • Menu

Crociera in Grecia in barca a vela, 2014 ( 7 agosto, visita a Patmos e navigazione a sud dell’isola Thyamina, Grecia.)

Visita a Patmos e navigazione a sud dell’isola Thyamina.

Ci svegliamo presto per visitare il monastero e la grotta di San Giovanni. Facciamo colazione con Mozart e prendiamo il taxi che ci porta al monastero di Chora. Il monastero visto dal mare sembra un castello merlato ma ha una compattezza inusuale per una fortificazione da difesa. Raggiungiamo l’ingresso dopo aver percorso le strade ripide di accesso. Paghiamo 4 euro di ingresso a testa. L’interno sembra un labirinto con costruzioni che si sono affastellate nel tempo senza una logica precisa. La chiesetta interna è completamente ricoperta di mosaici nello stile bizantino ortodosso (quello delle icone), l’altare e la parete di fondo invece sono ricoperti da una pala scolpita in legno in stile rococò eccessivamente elaborata e che contrasta con il resto della chiesa. Costruito a partire dall’anno 1000 conserva nel museo annesso dipinti, libri, manoscritti, statue, gioielli e documenti con bolle reali. Ci sono anche dei manoscritti in arabo del 1500 d.C.

Un dipinto attira la mia attenzione perché ha il viso in stile moderno su una base classica che stona con il resto. Sembra quasi che il viso sia stato ridipinto in epoca più recente. All’interno del museo sentiamo un coro di monaci che cantano una musica simile al gregoriano ma che ha una sua impronta orientale precisa. È lo stesso tipo di canto che abbiamo sentito nell’anfiteatro di Myra cantato da turisti russi.

Usciamo dal monastero visitando la grotta dell’Apocalisse che raggiungiamo dopo diversi scalini posti in discesa. In rada è ormeggiata una nave da crociera che ha portato molti turisti a visitare il monastero e la grotta. Sono arrivati con dieci pullman che hanno trasportato i turisti, molti dei quali anziani con problemi di deambulazione. Ammirevoli e tenaci hanno raggiunto i luoghi da visitare seguendo come tutti gli altri turisti la loro guida, che per farsi riconoscere portava un cartello con il numero dell’autobus su cui viaggiavano.

Nella grotta dove San Giovanni scrisse l’Apocalisse e il suo vangelo vi è una parete attrezzata di granito dove sono posti dipinti, arazzi e oggetti in argento, dove i fedeli si raccolgono in preghiera. Sembra che la grotta sia satura di gas che, alla lunga, produce effetti con aberrazioni mentali; si spiegherebbe così quanto scritto nell’Apocalisse.

Prendiamo il taxi e raggiungiamo il porto, riempiamo il serbatoio d’acqua acquistandola da una autocisterna che garantisce il servizio nel porto. Compriamo ghiaccio, pane e frutta e partiamo per l’isola Fourni.

Navighiamo a motore in un mare senza vento e cielo per la prima volta velato da nubi da quando siamo partiti da Brindisi. In questo tratto di mare normalmente battuto dal meltemi in questa stagione, una perturbazione ci regala venti deboli e un po’ di nuvole. A pranzo mangiamo un panino e frutta. Io preparo lo tzatziki per la cena.

Arriviamo ad una insenatura a sud dell’isola Thymaina per fare il bagno. Mettiamo l’ancora e facciamo una nuotata nel silenzio della rada. In baia c’è solo un’altra barca francese di alluminio. Nuoto sino a riva e faccio il mio solito giro lungo la costa, trovo a due metri di profondità la tana di un polpo circondata da pietre e conchiglie; il polpo è distante dalla tana, rientra velocemente e si attesta dentro la tana con gli occhi che scrutano verso l’esterno. Mi immergo, mi avvicino con la mano e lui sparisce completamente nella sua tana. Potrei sollevare la pietra dove c’è la sua tana ma desisto. Oggi non mangiamo polpo. Rientro verso la barca e intravedo a 12 metri di profondità un motore con una ruota come quelle usate dai pescherecci per recuperare le reti, deve essere caduta da una barca proprio in quel punto. Il fondo del mare contiene una quantità incredibile di oggetti persi dagli uomini.

Decidiamo di restare in questa baia e di non spostarci all’isola Fourni. Domani avremo meno strada da fare per l’isola Ikaria.

Ci godiamo la serata, Fabio prepara la frittata con le zucchine. Letture, buona musica e poi cerchiamo di vedere le stelle cadenti, io ne individuo una tutta mia.

Tratta successiva Ikaria

Tratta precedente Patmos

Paorto di Patmos dal monastero
Monastero di Patmos
Monastero
La grotta di San Giovanni dove a scritto l’Apocalisse
In navigazione verso l’isola di Thymaina
Isola di Thymaina
Renzo Trenta

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *